Le carezze che i gatti amano di più.

Si sa che i nostri amici a quattro zampe amano le coccole, ma sappiamo anche che i gatti hanno un carattere particolare. Sono come dei delicatissimi strumenti e se per sbaglio si suona la nota sbagliata, la sinfonia delle loro fusa può interrompersi bruscamente, portando anche a reazioni stizzite. La maggior parte dei proprietari di gatti avranno imparato da soli cosa piace al proprio felino, ma è anche vero che se il vostro attuale gatto tollera qualsiasi cosa, il prossimo potrebbe invece avere reazioni diverse. Ogni amico peloso ha la sua personalità, ma ci sono 4 punti in cui a tutti i gatti piace essere accarezzati ed uno invece, molto amato dai cani, che un gatto non apprezzerà quasi mai.

IL PUNTO OUT

Quello che i cani adorano e i gatti difficilmente sopportano sono le carezze sulla pancia.

Perché questa differenza? Mentre i cani sono in generale abbastanza consci della loro identità di predatori – anche i cani molto piccoli sembrano comportarsi spesso con l’aggressività di chi si sente grande – i gatti devono prestare più attenzione quando sono alla ricerca di una preda.

Questo perché sono molto consapevoli del fatto che possono essere al tempo stesso predatori e prede. Per un topo un gatto è una macchina per uccidere, mentre per un coyote un gatto è il pranzo.

Questo ha portato istintivamente il gatto a guardarsi sempre alle spalle e quando si trova a lottare per la sua vita, non c’è territorio più importante da proteggere del ventre, perché è lì che tutti gli organi vitali sono più facilmente accessibili. Toccare lì un gatto che non ha ancora imparato a fidarsi di voi, provocherà una reazione difensiva. Potrebbe mordervi e graffiarvi, anche se non gravemente.

Mentre alcuni gatti possono imparare con il tempo ad accettare da parte vostra dei dolci sfregamenti sulla pancia, altri lo faranno mai.

PUNTI IN punti in cui i gatti amano essere accarezzati sono quelli in cui si concentrano le loro ghiandole odorifere. Quando il vostro gatto si strofina su di voi o all’angolo del vostro divano, è con il mento e con la testa che avviene il contatto e quando un gatto lo fa è per lasciare il suo profumo su di voi o su quell’oggetto. Diffondere il suo profumo lo rende felice, perché attraverso il suo odore marca l’ambiente e lo rende familiare.

Ma quali sono questi punti?

  • – La Base del mento. Strofinando delicatamente il vostro gatto lungo la parte inferiore del mento, vi renderete subito conto dell’effetto che ha su di lui dalle ininterrotte fusa di piacere.
  • – Base delle orecchie. Come la zona sotto il mento, anche questo è un punto in cui si concentrano le sue loro ghiandole odorifere. Quando il gatto strofina la testa contro di voi, vi sta marcando come sua proprietà.
  • – Guance dietro i baffi. Toccate questo punto giusto e spesso è possibile vedere il vostro gatto dimostrare il suo piacere ruotando i baffi in avanti, come per dire, “di più! Di più! Sì, proprio lì! “
  • – Base della coda. Una dolce carezza lungo la schiena con una dolce pressione finale alla base della coda. Da ripetere, ripetere e ripetere!
  • Riempite di coccole il vostro gatto, imparando a “suonare i suoi tasti più sensibili”, e l’amore che condividete potrà solo crescere.

Fonte: VetStreet

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam