Non strapazzate troppo i vostri gatti

coperina-baci-gatti-foto-selfie

                            Adesso basta

Carezze amorevoli, grattate sotto il collo e molte coccole dovrebbero essere un piacere confortante per i nostri gatti, ma ai proprietari di questi ultimi arriva un avvertimento, da parte degli esperti, secondo cui le coccole, specialmente se in quantità eccessive possano provocare stress nei nostri amati amici a quattro zampe. La ricerca ha dimostrato di come più delle metà delle persone non sappiano come far fronte all’ansia del gatto o come comportarsi se non riempiendoli di carezze. Nicky Trevorrow responsabile comportamentalista di Cats Protection spiega “Accarezzare per troppo tempo, può essere molto stressante per alcuni gatti. Lo spazio e la pace è spesso la cosa di cui hanno bisogno. Non sono dei piccoli uomini pelosi e quindi ciò che per noi è confortante non è detto che lo sia per loro” ed ha poi aggiunto “I proprietari amano i loro gatti e vogliono che siano sempre felici , ma la nostra ricerca ha evidenziato una mancanza della comprensione dello stress felino e di come comportarsi quando si manifesta”.
La Cats Protection ha anche scoperto che circa il 55% dei proprietari non si era reso conto che per i gatti poteva essere molto stressante convivere con un altro gatto o un cane, mentre il 51% non ha riconosciuto nello sporcare in giro per casa un segno di malessere. Solo pochi sapevano che quando il gatto stanziava solo e solamente in un’area della casa era sintomo di qualcosa che non andava. L’associazione ha condotto l’esperimento per un documentario della BBC2 Horizon, Cat Watch 2014, che segue, a loro insaputa,la vita di di 100 gatti. Gli animali vengono monitorati tramite GPS e micro-telecamere ed esaminati in tre ambienti diversi. Nel documento viene rivelato il linguaggio segreto dei gatti, del perché miagolano, di come si trasformano da teneri animali domestici ad implacabili predatori e di come vedono, sentono e annusano il mondo attraverso i sensi dei loro antenati più selvatici.

Quando il gatto tiene la coda dritta con la punta leggermente piegata, significa che ci sta salutando e noi dobbiamo fargli capire che abbiamo recepito il suo saluto…quando invece il gatto si struscia con il muso o con un lato della testa sugli oggetti, vuol dire che sta marcando il territorio e familiarizza con esso cercando di trasmettere e trasmetterci il suo odore…quando il gatto chiude gli occhi e gira la testa, significa che la nostra presenza non è stressante per lui, mentre se sta con le orecchie basse o accucciato invece è sintomo di grande stress e bisogna dargli la possibilità di nascondersi, sentirsi tranquillo e non oppresso dalle nostre attenzioni..Se il gatto si butta per terra, mostrando la pancia o si struscia non significa che ha bisogno di carezze o “grattini” ma solo che sta bene in nostra presenza, ecco perchè potrebbe prenderci e mordicchiarci la mano se proviamo a grattarlo, proprio perchè vuole comunque che si stia a distanza…e ancora se si passa la lingua più volte sul naso allora è un altro sintomo di stress e se fa un rumore simile alle fusa ma più gutturale, allora significa un certo malessere..”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam