I gatti non si comprano, meno che mai per un capriccio

Non siamo di fronte ad un oggetto d’arredamento che si compra e poi si sistema in un angolo; il micio è un membro della famiglia a tutti gli effetti e deve sentirsi parte della famiglia. I gatti vanno adottati ci sono molti gattilli stracolmi di gatti che cercano una casa. Altra cosa molto importante è: un gatto è per sempre, occorre quindi porsi delle domande prima di portare un gatto in casa.

Sono pronto per un gatto?

Il gatto è una creatura in carne ed ossa, quindi, occorre riflettere bene prima di accoglierlo nella famiglia, senza agire con leggerezza o per un semplice capriccio.

Punto 1 – Responsabilità

Il nostro amico dal passo felpato è dolce, giocherellone e coccolone, ma, insieme a tutte queste affascinanti caratteristiche, comporta anche una responsabilità. Ad esempio quella di nutrirlo, accudirlo, educarlo, portarlo dal veterinario e trascorrere del tempo insieme. E tutto ciò per un lungo periodo; i gatti possono infatti vivere fino a 20 anni e, in alcuni casi isolati, anche oltre. Si è pronti ad assumersi una tale responsabilità verso un gatto per tanto tempo?

Punto 2 – Famiglia

Tutta la famiglia è d’accordo a prendere un gatto? Oppure è desiderio di un solo componente? I gatti sono creature accattivanti e convincono facilmente anche gli scettici grazie alla loro straordinaria natura. Ma se così non fosse? Non tutti gli essere umani sono tipi da gatto. Ci sono persone che non sanno che farsene di un morbido amico che fa le fusa o a cui semplicemente non piace. Per evitare litigi e fare in modo che sia gli umani che l’animale siano a proprio agio, l’acquisto di un gatto deve essere sempre deciso di comune accordo, con il consenso di ogni membro della famiglia.

Altro aspetto fondamentale sono le allergie. Se qualcuno in famiglia è allergico ai gatti, non è il caso di prenderne uno. Certo, esistono rimedi medici, ma il risultato non è sempre garantito al 100%. Nessuno deve soffrire, ecco perché la questione “allergie” deve necessariamente essere affrontata prima di acquistare un gatto. Sarebbe triste se, a causa di un’allergia, il micio fosse costretto ad abbandonare dopo poco tempo la sua nuova famiglia.

Punto 3 – Dentro o fuori

Prima di adottare, occorre anche chiarire se si vuole un gatto d’appartamento o uno libero di uscire. I dintorni sono abbastanza sicuri da lasciare che il gatto circoli in libertà? È meglio forse recintare il giardino, così il micio può girovagare senza uscire? Oppure è bene che il nostro amico a quattro zampe stia solo in appartamento?

Punto 4 – Maschio o femmina

Altro aspetto da considerare è il sesso del micio. Anche per loro, infatti, ci sono delle differenze tra maschi e femmine: ad esempio, i gatti, nei primi anni di vita o comunque fino alla castrazione, sono un po’ più giocherelloni e selvaggi rispetto alle gatte. Al contrario, sembra che gli esemplari femmine siano un tantino più capricciosi. Ma, alla fine, poco importa se maschio o femmina: sarà comunque una creatura affettuosa che farà la gioia della famiglia.

Punto 5 – Razza

Non c’è risposta a questa domanda… i gatti sono tutti uguali.

Punto 6 – Gattino o gatto adulto

Anche qui non la risposta è ardua, il consiglio è andare in un gattile sarà lui a scegliere voi adulto o cucciolo che sia. Fidatevi di lui.

Regalare un gatto a Natale.

A prescindere da quanto detto in precedenza, il periodo meno adatto per adottare un gatto è il periodo Natalizio, per un semplice motivo. I gatti hanno bisogno di tranquillità specialmente quando cambiano ambiente e con tutto il trambusto che c’è in casa in questo periodo meglio evitare.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam