Il miracolo di Trudie, il gatto sopravvissuto allo scontro con un autobus

«Trudie è frutto di un miracolo, quindi le abbiamo dato un nome molto speciale, quello di Santa Gertrude, la patrona dei gatti». A parlare è Amy Hearne, assistente per la cura degli animali della Rspca, che si è occupata di questa femmina di gatto tartarugato sopravvissuta dopo essere stata investita da un autobus a Luton, nel Bedfordshire, nel Regno Unito. E a rendere ancora più complicata la situazione c’è anche stato il fatto che la micia è fuggita dalle persone che lo volevano aiutare. Sono stati affissi appelli ovunque sfruttando anche i social media. Alla fine, è stata avvistata da un imprenditore locale che ha contattato la Rspca. Sedici giorni dopo essere stata colpita e gravemente ferita, è stata catturata e portata di corsa in una clinica veterinaria locale per cure salvavita.

«Le sue ferite al muso l’avevano resa incapace di mangiare, per questo era debole ed esausta e doveva  aver sofferto molto – racconta Amy Hearne – . Ha trascorso una settimana dai veterinari dove ha subito un intervento chirurgico salvavita per rimuoverle un occhio e legare di nuovo la mascella. Non posso credere che sia sopravvissuta tanto a lungo; lei è una piccola combattente».

Per la prima settimana, Trudie è stata alimentata tramite un tubo,  quando è stata trasferita all’allevamento di Southridge, il personale le ha dato assistenza 24 ore su 24 per farla mangiare autonomamente e per aiutarla a rimettersi in piedi.

«È sfacciata, affettuosa e giocosa; è davvero un personaggio e porterà tanta gioia alla famiglia giusta. È ancora una “ragazzina” adora giocare ed è anche una gran coccola. Adora mangiare, il che non sorprende visto tutto quello che ha passato. E’ molto loquace; ti farà sicuramente sapere quando ha fame! Ha di sicuro una grande personalità».

Adesso è in cerca di una casa dove potrà godersi un po’ di pace – spiega il vicedirettore di Southridge, Mona Jorgensen – . Dopo tutto quello che ha passato e superato, non vediamo l’ora di vederla andare in una nuova meravigliosa casa per vivere la sua vita amata e viziata!».

Fonte LaZampa