La mia storia: Questa è la storia di Priscilla , salvata a Mykonos

Buongiorno! Vorrei raccontare la storia di Priscilla , salvata a Mykonos, perché nonostante sia un posto con forte turismo, le persone ignorano la situazione in cui versano i gatti.. Gatti che nei mesi invernali muoiono di fame e freddo.
Le vostre storie vengono lette e condivise da migliaia di persone e Forse leggendo questa storia, qualcuno  farà la differenza, aiutando la  Mykonos Animal Welfare o salvando un gatto nelle prossime vacanze in Grecia. Mykonos è veramente  l’isola dei gatti, solo che, purtroppo, le persone che vivono lì non   hanno il culto dell’animale domestico e quindi cani e gatti vengono  abbandonati a loro stessi.

I gatti che vivono vicino ai ristoranti possono considerarsi  “fortunati “, in quanto c’è sempre un turista di buon cuore che  allunga loro del cibo (anche se io ho assistito a diverse scene in  cui turisti al ristorante li cacciavano a calci, così come anche i   ristoratori). Coloro che invece vivono lontano dai ristoranti cercano   cibo nella spazzatura. C’è un’associazione che ho contattato mentre   ero lì in vacanza, che è la Mykonos Animal Welfare, ma che è   composta da solo 2 persone e sopravvive grazie al loro lavoro e alle  donazioni dei turisti. La MAW si occupa principalmente di vaccinare   e sterilizzare tutti i randagi, ci sono delle colonie a cui loro  danno da mangiare, ma, ovviamente, l’isola è grande e i mici sono  tanti.
 
Ho trovato Priscilla in un bidone della spazzatura il primo giorno  di vacanza e le sue condizioni erano pessime: scheletrica, aveva un   pelo ispido e rado a causa della denutrizione, gli occhi erano gonfi   con una membrana che copriva quasi interamente la pupilla a causa   della Clamydia, quindi era incapace di procurarsi cibo da sola;  oltretutto ho scoperto poi che era incinta. Era insieme a una   colonia di gatti altrettanto magri, ma lei era quella nelle  condizioni peggiori. Ho cercato di contattare la MAW e altre   associazioni ma  nessuno mi rispondeva. Ho contattato 2 tedeschi Ralph e Kim, di cui mesi prima avevo letto una storia a riguardo;  avevano portato un cane randagio da Mykonos in Germania e mi son   fatta spiegare come avevano fatto. Ho chiamato il veterinario  locale, il quale mi ha prestato un trasportino per catturarla e con  grande fatica nel farlo, l’ho portata da lui che ha provveduto a   tutte le cure necessarie.
Quella stessa settimana ho trovato in una   casa abbandonata un altro gattino di circa 2 settimane: era super affamato e urlava come un matto, ma era troppo piccolo per saper   cacciare da solo. Catturare lui è stata un’impresa, ma comunque   andata a buon fine. Nel frattempo la MAW mi ha risp e mi ha mostrato  il loro lavoro e le colonie di cui si prende cura. Durante quella   settimana ho sfamato tantissimi gatti e ho aiutato economicamente la  MAW a sterilizzare la colonia di Priscilla. Ovviamente  questa avventura ha creato un forte legame tra noi e Priscilla, così   ho deciso di portarla in Italia, anche perché altrimenti sarebbe  stata re-immessa nel territorio.
Il veterinario si è occupato della sterilizzazione e di tutto quello che c’era da fare, microcip  ecc,mentre io ho chiamato la compagnia aerea per prenotare un posto  in più e ho comprato un trasportino omologato. Inutile dire che  Priscilla è diventata la mascotte dell’aereo e grazie a Volotea che   mi ha permesso di portarla in Italia.Il gattino piccolo, purtroppo,   non è potuto partire con noi, perché era troppo piccolo e non aveva  le vaccinazioni necessarie, ma a quanto ho saputo recentemente   è stato adottato da una famiglia austriaca. È stata una settimana  davvero impegnativa, ma piena di soddisfazione. Ora Priscilla sta  decisamente meglio, è ingrassata, ha recuperato buona parte della   vista ed è super affettuosa e coccolona, sempre attaccata a me!
Priscilla ha anche un account instagram : @priscilla_thegreekcat_newlife

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam