Pasta al malto per problemi digestivi causati dal pelo in eccesso ingoiato durante la pulizia

Il nostro micio può avere dei problemi digestivi causati dal pelo in eccesso ingoiato durante la pulizia. Un buon rimedio è la pasta al malto per gatti. Ecco cosa sapere a riguardo!

Il nostro gatto, come sappiamo, passa ogni giorno molto tempo a pulirsi, ma questo può creargli qualche problema. La pasta al malto costituisce un buon rimedio per aiutare il gatto contro questo disturbo abbastanza comune. Ecco una breve guida per capire quando è necessario darla al gatto, in quale quantità e come fare se il micio… non collabora.

M;olto probabilmente ti è capitato di vedere il gatto vomitare delle vere e proprie palle di pelo e ti sei preoccupato. E’ un disturbo piuttosto frequente nei gatti: leccandosi tutti i giorni per molto tempo è normale che con il passare del tempo possono accumularsi dei boli di pelo all’interno del corpo.

Se il gatto espelle via orale delle piccole quantità di pelo e non presenta altri malesseri, non preoccuparti, la situazione è sotto controllo. Ma se il pelo raggiunge lo stomaco o l’intestino, e il processo digestivo non viene portato a termine correttamente, potrebbe avere dei problemi: dall’indigestione alla  costipazione, fino all’inappetenza.

Una valida soluzione è costituita dalla pasta al malto per gatti. Di cosa si tratta? Scopriamolo insieme.

La pasta al malto è un prodotto dalla consistenza molto densa, di colore marrone scuro, solitamente venduta in formato “tubetto da dentifricio”. Ebbene, questo alimento facilita la digestione del gatto, favorendo il passaggio dei boli di pelo attraverso tutto l’apparato digerente dell’animale, fino all’espulsione attraverso le feci.

Come dare la pasta di malto al gatto?

La risposta a questa domanda non è univoca, perché potrebbero presentarsi varie situazioni. Vediamole insieme:

  • Quando la pasta al malto piace al tuo gatto: parliamo dell’ipotesi migliore che potesse capitarti. Al tuo gatto piace l’alimento quindi non dovrai far altro che…fargliela mangiare. Insomma, sei stato fortunato;
  • Occhio alla marca: se il tuo gatto non mangia la pasta al malto, prima di passare ad altri metodi, chiediti se hai comprato la marca giusta per lui, anche basandosi sui suoi gusti, che ovviamente conosci solo tu. Comprando un’altra marca di pasta al malto potresti magicamente risolvere tutti i problemi;
  • Mischiala nel cibo: se al tuo gatto la pasta al malto non piace, puoi provarla a metterla nella sua pappa. La pasta al malto è molto densa, quindi farai fatica a mischiarla adeguatamente al suo pasto, ed il trucchetto potrebbe non funzionare;
  • Metti la pasta al malto su una zampa: se il tuo gatto non è particolarmente entusiasta del prodotto, tenderà a pulirsi se la metterai sul suo corpo (l’ideale è la zampa), ovviamente leccandosi. Così avrai raggiunto il tuo obiettivo.
  • La quantità:  basta poca pasta al malto nei giorni stabiliti. Insomma, una piccola pallina.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam