Trump ha firmato la legge che rende la crudeltà verso gli animali un crimine federale

Il presidente Trump ha firmato il disegno di legge noto come Pact Act, rendendo di fatto la crudeltà verso gli animali un crimine federale.

La Preventioning Animal Cruelty and Torture Act, o Pact Act, vieta comportamenti crudeli e abusi sugli animali di ogni genere, indipendentemente dalla specie a cui questi appartengono.

Il disegno di legge era stato presentato a gennaio dal deputato democratico della Florida Ted Deutch e dal suo collega repubblicano, Vern Buchanan, quindi vi era la volontà bipartisan di porre fine alla crudeltà sugli animali facendo diventare questo un reato federale e quindi perseguibile addirittura dall’FBI al pari dei crimini più efferati.

Il provvedimento espande una legge del 2010 firmata dal presidente Barack Obama che vietava i video che mostravano torture sugli animali ma che, paradossalmente,  non proibiva atti di violenza contro gli animali stessi.

Ad ottobre la Camera degli Stati Uniti aveva votato all’unanimità per rendere operativo il Pact Act e, in seguito all’ok del senato, ieri è stata la volta di Trump che ha ufficializzato la legge.

“È importante combattere questi atti atroci e sadici di crudeltà, che sono totalmente inaccettabili in una società civile” ha dichiarato Trump durante la cerimonia per la firma.

L’importanza di questa legge l’ha spiegata invece Chris Schindler, di Humane Rescue Alliance, associazione che si occupa di tutela degli animali:

“I nostri funzionari indagano su migliaia di casi di crudeltà verso gli animali ogni anno, ma non sono stati in grado di garantire giustizia agli animali nei casi in cui la crudeltà si verifica in più giurisdizioni. Il Pact Act è uno strumento necessario per noi per fornire ulteriore protezione agli animali e garantire che alcuni degli atti più orribili di crudeltà siano perseguiti nella misura massima consentita dalla legge”.

Chi trasgredisce questa nuova normativa, ora dovrà affrontare sanzioni penali che comportano una multa salata e una pena detentiva fino a sette anni.

Chi maltratta gli animali potrebbe dunque trovarsi alle prese con l’FBI o altre agenzie federali, da oggi autorizzate a perseguire anche questo crimine.

Fonte: www.greenme.it

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam