Un gatto randagio entra in chiesa e la considera casa sua fra le lodi dei fedeli

Dopo tante storie di cani entrati e accettati in chiesa da preti compassionevoli, dal Brasile arriva quella di un gatto, Junior, che qualche mese fa è apparso in una parrocchia e ha deciso di non andarsene mai. Nessuno sa con certezza da dove venga esattamente Junior, ma ha deciso che la Parrocchia di São Sebastião , nella città di Atibaia, è ora la sua casa.

E far capire quanto si sia trovato a suo agio, ecco qui sopra una foto in cui Junior si è “donato” nel cesto delle offerte della chiesa. E quel gesto di egocentrismo tipico della natura felina è anche alimentato dai fedeli che, dopo il suo arrivo in chiesa, hanno iniziato a riempire i banchi regolarmente, cantando lodi e preghiere che probabilmente lui stesso pensi sia dirette a lui.

 

Durante le celebrazioni, tutti sanno che Junior vaga per i corridoi o, se si sente particolarmente benevolo, sceglie una persona fortunata per riposarsi con lui. Junior è accudito dal responsabile della chiesa, Osvaldo Boracini, che lo affascina dal giorno in cui è arrivato. E se il gatto non è di certo la piccola “divinità” che immagina di essere, ha portato un’aura celeste alla chiesa nella gentilezza che la sua presenza ispira. Cosa che ha attirato anche i fedeli un po’ meno fedeli o, addirittura, i complimenti dei non credenti: «Non sono cattolico, ma mi congratulo con il prete e la congregazione per il loro rispetto e affetto verso il gattino! – scrive online un commentatore -. Lo adoro!»

Fonte: LaStampa

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam