Un gatto si arrampica sulle spalle di un geologo e non se ne va più via

Un geologo di nome Tony stava per lasciare il sito nel quale stava lavorando, in Pennsylavnia, quando ha sentito un miagolio. Era un gattino alla ricerca di coccole e di una nuova casa.

«E’ stato un incontro inaspettato – ha detto Tony – ho visto un animaletto nero nell’area del parcheggio, e appena ho gridato “kitty” lui è corso verso di me. Si è arrampicato sulla mia spalla e non ha più voluto andare via».

L’uomo l’ha preso in mano, e il micio si è addormentato quasi subito tra le sue braccia. «A quel punto sono andato nel negozio più vicino per comprare una lettiera e del cibo – ha detto l’uomo -. Ho messo un cuscino su una sedia del mio ufficio, e sono stato lì con lui. Spesso fingo di avere un carattere forte, ma con lui non ci sono riuscito: questo cucciolo mi ha rubato il cuore».

Il micio è stato chiamato Spud, e il giorno dopo Tony ha deciso di adottarlo. «Mi seguiva ovunque e si arrampicava sempre su di me al lavoro – ha raccontato – ha iniziato a comportarsi come se fosse la mia ombra». Spud si è subito ambientato alla nuova casa e i due sono diventati inseparabili: «sono davvero felice che sia entrato nella mia vita».

Fonte: LaStampa

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam