Avere un gatto in casa fa bene per molti motivi diversi, cinque in particolare

1. Dormirai meglio

Molti “gattari” affermano di dormire meglio con il proprio gatto che con il proprio partner. Chi dorme con un gatto giura di sentirsi più rilassato e calmo: il sonno placido del gatto è infatti contagioso!

2. Lo troverai sempre pronto a consolarti

Strano ma vero, la presenza di un gatto in caso sembra dare un po’ di sollievo a coloro che hanno subito un lutto recente o un trauma grave. Il gatto, dalla sua, con il suo pelo morbido e la sua calma tantrica, può essere un caro ascoltatore dei nostri problemi e sfogarsi con lui potrebbe aiutarti a liberarti di un peso!

3. Diventerai (o sarai considerata) più intelligente

Questo punto verte però a discrezione della persona, non bisogna fare di tutta l’erba un fascio! Il presupposto parte dal fatto che i padroni di gatti siano più anticonformisti, aperti, intelligenti ed empatici dei padroni di cani, perchè la loro natura rispecchia bene l’indole del felino! 

Uno studio condotto nel Wisconsin sostiene una correlazione di questo tipo: le persone più istruite hanno maggiori probabilità di avere un lavoro d’ufficio (magari in città) che li tiene lontano da casa fino a tardi, ed è quindi più probabile che vivano con un gatto, dai bisogni meno impegnativi di quelli di un cane.

4. Il tuo cuore ti ringrazierà

Prendersi cura di un gatto abbassa il livello di stress e ha un effetto calmante che protegge e fortifica la salute del cuore. Uno studio ha rivelato che chi ha avuto un gatto per un lungo periodo corre, considerando ovviamente anche le condizioni di salute, un rischio minore del 30% di ammalarsi di cuore. Questo accade perchè, forse, chi vive con un gatto è in genere una persona più tranquilla e tende ad essere meno stressata di altre. 

5. Avrai sempre un compagno di tenerezza

Che i cani siano più affettuosi dei gatti non è altro che uno stereotipo. È ormai ampiamente dimostrato che, specialmente per le donne, la presenza di un gatto in casa è appagante quasi quanto quella di un partner, e che i gatti ricordano bene i gesti affettuosi ricevuti. I gatti trovano anche il modo di sdebitarsi (a modo loro, naturalmente) e con il tempo hanno anche imparato a chiede coccole e grattini nel modo giusto: fusa e miagolii si sono evoluti nel tempo per somigliare i più possibile ai pianti di un bambino.

 

Fonte: Donna Moderna

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam