La storia dei gattini inseparabili salvati dalla violenza del vicinato alle porte di Roma

Lieto fine per Spot e Stone a Guidonia

Un abbraccio per due. Con tanto di fusa raddoppiate. Le foto di Spot e Stone, gattini strappati a minacce e violenze a Guidonia, alle porte di Roma sono una sferzata di tenerezza e di fiducia. Soprattutto in questo momento di emergenza e di attesa di nuove ripartenze, con la storia lieto fine di questi bellissimi mici. Inseparabili. Perché insieme erano nella prima versione della loro esistenza, insieme sono ora felicemente adottati nella Capitale da Mirko, conosciuto dai volontari dell’Oipa  che hanno seguito la vicenda.

Salvati da una gesto crudele
Racconta a La Zampa la delegata Oipa per la Capitale Rita Corboli: «Le persone della zona più volte hanno minacciato pesantemente di liberarsi sia dei cuccioli che le mamme gatte per intolleranza alla loro presenza. Come purtroppo accade troppo spesso e ovunque. Sono stati adottati a Roma dopo essere stati ospiti da una nostra volontaria». La cucciolata salvata da un gesto crudele era di 8 gattini.

Inseparabili
Spot e Stone, che hanno due mesi, sono davvero speciali: per fortuna non sono stati separati e ora si fanno mille coccole a vicenda dal mattino alla sera, notte compresa quando dormono l’uno accanto all’altro. Un’immagine da tenere a mente in un momento di distanziamento sociale per avvicinarsi il più possibile all’idea di dolcezza e vicinanza profonda, quella senza filtri dei quattrozampe.

Fonte: LaZampa

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam