Un gatto con le stellette: sull’incrociatore russo è arruolato Sergei Ivanovich il Rosso.

Il Ministero della difesa russo ha pubblicato nel profilo ufficiale di Facebook la foto del primo gatto, che ha navigato insieme alla marina russa presso le coste della Siria.

La pubblicazione ha attirato l’attenzione della stampa estera. Il britannico Telegraph ha osservato che il lavoro del gatto russo è più pericoloso dei suoi omologhi di Westminster che “principalmente si incontrano con gli ambasciatori stranieri e catturano i topi”. “Anche se la Russia e l’Occidente sono in disaccordo, l’amore per i gatti è comune” ha scritto il giornale.

La lunga navigazione della divisione della portaerei della Flotta del Nord fino alle coste della Siria è iniziata il 15 ottobre 2016. L’8 febbraio 2017 le navi sono tornate a Severomorsk, dopo aver navigato per circa 18 000 miglia nautiche. Ha preso parte all’operazione l’incrociatore missilistico “Petr Veliky”, la portaerei “Admiral Kuznetsov”, la nave antisommergibile “Severomorsk”, la “Vice-Ammiraglio Kulakov” con il compito di combattere il terrorismo in Siria. Il Ministero della difesa russo ha osservato che è la prima volta nella storia della Marina russa che è stata condotta una operazione militare navale di questa portata per combattere il terrorismo.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Protected by WP Anti Spam